Le attività promosse da alcuni sportelli istituzionali


Alcuni sportelli istituzionali hanno recentemente potenziato la propria attività di front office o per obbligo normativo, come nel caso dello Sportello Unico della Prefettura, o per scelta discrezionale, implementando specifiche progettualità:

  1. Lo Sportello Informalavoro della Provincia di Bergamo, promosso dal Settore Istruzione, formazione, lavoro e attività produttive, sito in Passaggio Limonta 3, angolo via XX Settembre 29, Bergamo, presso cui hanno sede due progetti:

    • Il progetto "Occupazione e servizi alla persona" intende sperimentare un'azione innovativa affrontando le nuove problematiche scaturite dall'esplosione del "fenomeno badanti". E' un'iniziativa promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Bergamo e dal Comune di Bergamo e gestita da Italia Lavoro, con l'obiettivo di offrire un'opportunità che favorisca l'incontro tra famiglie bisognose di assistenza e le "assistenti familiari" in cerca  di lavoro, con una attenzione particolare allo sviluppo di un mercato del lavoro regolare. In questa sezione si possono visionare alcuni materiali del progetto (vedi Allegati)

    • Il progetto REI, a cui la provincia di Bergamo ha dato la propria adesione, è un’iniziativa promossa da Italia Lavoro per conto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale – Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali. In particolare REI si occupa della specifica linea di azione finalizzata alla ricollocazione lavorativa degli immigrati regolarmente soggiornanti in Italia, che hanno perduto il lavoro o hanno un contratto di soggiorno in scadenza e presentano, quindi, il bisogno di servizi mirati per rientrare (o evitare di uscire) dal mercato del lavoro. In questa sezione si possono visionare alcuni materiali del progetto (vedi Allegati)
  2. Lo Sportello Unico per l'immigrazione presso la Prefettura, istituito con decreto prefettizio in data 20 giugno 2005, in base al D.P.R. 334/04, ha sede in via Zelasco 3 a Bergamo. Ad esso sono attribuite alcune delle competenze prima demandate alle Questure, come l'attività in materia di rilascio di nulla osta all'ingresso per ricongiungimento familiare e per motivi di lavoro (vedi Allegati)
     
  3. Il Call Center attivato presso l'Ufficio Stranieri della Questura, da parte della Provincia di Bergamo, tramite l'Agenzia per l'Integrazione, rappresenta un'esperienza interessante di collaborazione interistituzionale che si vuol qui documentare attraverso la presentazione del depliant informativo plurilingue e di un report relativo ai dati del primo anno di attività. Inaugurato nel 2004 dal Settore Politiche Sociali della Provincia, su sollecitazione del Questore, grazie ad un finanziamento della Regione Lombardia e al supporto dell'Unione Industriali, è stato portato avanti in seguito con fondi della legge 40/98 ed infine gestito direttamente dall'Agenzia per l'Integrazione con un contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca. Oggi il progetto è in chiusura anche in considerazione delle recenti novità in tema di procedure sul rilascio/rinnovo dei titoli di soggiorno (vedi Allegati)

Allegati


 
 
precedente: sportelli
accessibilità       credits